Il tema dei costi standard in sanità è stato trattato anche durante il XXIII Congresso della Società Europea di chirurgia Maxillo-facciale tenutosi a Londra dal 13 al 16 settembre 2016. Infatti un dirigente medico di Casa Sollievo, il dottor Karim Tewfik, dell’Unità Operativa di Chirurgia Maxillo-Facciale diretta dal dottor Cocchi, ha presentato una relazione orale dal titolo “Cost Analysis of free flap surgery in Head&Neck reconstruction” (trad. Analisi dei costi della chirurgia dei lembi liberi nelle ricostruzioni del distretto testa collo).
Lo studio, condotto con la stretta collaborazione del dott. Pasquale Chiarelli e della dott.ssa Loredana Mangiacotti appartenenti all’Unità Operativa di Pianificazione e Controllo di gestione, ha permesso di delineare, attraverso il metodo dell’Hospital Activity Based Costing, i costi relativi ai singoli episodi di ricovero di un gruppo di 29 pazienti sottoposti ad interventi oncologici del distretto testa-collo. Il trattamento della patologia oncologica di tale distretto richiede lunghe sessioni chirurgiche che coinvolgono solitamente due equipe: una dedita alla asportazione del tumore (3 chirurghi), mentre l’altra equipe (2-3 chirurghi) contemporaneamente si occupa di allestire un lembo libero utilizzato per la ricostruzione del difetto.
Dal dibattito che ha seguito la relazione è emerso come la qualità dell’assistenza della persona ammalata e l’efficienza del servizio fornito non siano temi in contrasto fra di loro: la conoscenza dei costi rappresenta un valido strumento per vivere la professione medica con responsabilità soprattutto in tempi di spending review per garantire la sostenibilità delle migliori cure possibili alla persona ammalata.